Chi siamo

La cooperativa sociale Il Ponte nasce nel 1995 ispirandosi ai principi della solidarietà sociale. Nel 1999 fonda con altre cooperative sociali il Consorzio So&Co.

Il ponte, appartiene alla tipologia delle cooperative sociali di tipo B, regolamentate dalla L. 381/91, che si caratterizzano per la missione di creare opportunità e spazi di lavoro anche per le persone svantaggiate altrimenti escluse dal lavoro oppure condannate alla dipendenza dal sistema assistenziale. Questa finalità, affinché sia sostenibile e realmente praticabile, deve essere collegata con l'attività di impresa della cooperativa sociale, da cui provengono i ricavi per retribuire i lavoratori che, nel caso di persone appartenenti alle fasce deboli, possono così conquistare il diritto a la possibilità di evolvere dallo status di "utente assistito" a quello di lavoratore, passare cioè dalla condizione del sentirsi un costo per i servizi sociali a quella di essere parte di un processo lavorativo e, quindi, produttori di ricchezza per la propria cooperativa e per la comunità locale per la quale operano.


La Cooperazione Sociale

Le cooperative sociali

Le cooperative sociali sono state introdotte nel nostro ordinamento dalla legge N.381 del 8 novembre del 1991. L'articolo 1 della citata legge recita: "le cooperative sociali hanno lo scopo di perseguire l'interesse generale della comunità alla promzione umana e alla integrazione sociale dei cittadini attraverso: a) La gestione dei servizi socio sanitari ed educativi; b) lo svolglimento delle attività diverse - agricole, industriali, commerciali o di servizi - finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate ".

Scopo

Pertanto, gli scopi della società sono sia la crescita economica, sia il miglioramento del benessere sociale, attraverso la gestione di una azienda rispettosa del metodo economico (cioè una gestione efficente e razionale dei fattori della produzione finalizzata alla creazione di un utile d'impresa). Si delinea così un nuovo concetto di impresa cooperativa: lo scopo non è solo quello di creare benefici ai partecipanti ma anche all'intera colletività del territorio in cui la cooperativa opera.

Le cooperative sociali di inserimento lavorativo

Le cooperative sociali di inserimento lavorativo più note come cooperative sociali di tipo B si caratterizzano quindi per la missione di creare opportunità e spazi di lavoro anche per le persone svantaggiate altrimenti escluse dal mercato del lavoro oppure condannate alla dipendenza dal sistema assistenziale. Questa finalità, affinchè sia sostenibile e realmente praticabile, deve essere collegata con l'attività di impresa della cooperativa sociale, da cui devono provenire le risorse sulle quale si sostiene l'azienda e da cui provengono i ricavi per retribuire i lavoratori che, nel caso di persone appartenenti alle fasce deboli, possono così conquistare il diritto e la possibilità di evolvere dallo status di "utente assistito" a quello di lavoratore, passare cioè dalla condizione del sentirsi un costo per i servizi sociali a quella di essere parte di un processo lavorativo e, quindi, produttori di ricchezza per la propria cooperativa e per la comunità locale per la quale operano.

Pubblica Amministrazione e Cooperazione Sociale

È per tali motivi che la legge N. 381 ha previsto l'introduzione delle convenzioni per l'affidamento dei servizi in deroga alle procedure di gara. Per far si che la Pubblica Amministrazione e Cooperazione Sociale siano nella condizione di poter utilizzare modalità snelle di affidamento che rispondono ad un interesse generale rispondente alla necessità di servizi e alla opportunità di occupazione per persone svantaggiate. Il sostengno e il rafforzamento delle cooperative sociali di inserimento lavorativo è, quindi, un obiettivo qualificante di lungimiranti politiche di sviluppo locale.
La normativa è ancora incredibilemte attuale e trova ancora più vigore proprio nel dibattito sul raggiungimento, attraverso gli affidamento di contratti pubblici, di obbiettivi sociali, tra qui la promozione di occupazione e inclusione sociale